Le scarpe

Sono il vero e il più importante “attrezzo” del runner.
Spesso la scelta di una scarpa è legata a motivazioni personali (conformazione del piede, risposta del sistema di ammortizzamento ecc.) che rendono difficile consigliare un modello piuttosto che un altro.
Ad ogni modo possiamo dire che esistono modelli diversi a seconda del tipo di terreno su cui corriamo.:
per corsa su strada consigliamo, soprattutto per ritmi lenti (sopra i 4’00” /km e per persone di peso superiore ai 75/80 kg e per allenamenti su distanza medio lunghe) una scarpa A3 (massimo ammortizzamento) valida anche per l’utilizzo su terreni sterrati ma non eccessivamente sconnessi.
per corsa su terreni sterrati particolarmente sconnessi (tipo sentieri in collina , boschi o mulattiere)si deve preferire una scarpa più resistente (modelli trial running)
per corsa su pista esistono varie scarpe chiodate, a seconda della distanza percorsa o della specialità praticata.
Anche se una una buona scarpa può permette ad ognuno di noi di affrontare questo sport in maniera corretta dal punto di vista tecnico, la scelta dell’attrezzatura non si esaurisce nelle scarpe.

 

L’abbigliamento

Trattandosi di capi tecnici questo non deve essere eccessivo, sia in estate che in inverno, per garantire una buona traspirazione e per permettere di allenarsi senza “zavorre” inutili. 
Durante il periodo estivo, sprinter aderenti sono un’ottima soluzione per soggetti che hanno una muscolatura delle gambe soggetta a irritazione da sfregamento nella zona interna.
Pantaloncini leggeri sono invece indicati per i soggetti più “esili”
La canottiera o una maglietta a mezza manica sono adatte a tutti i tipi di corporatura. Ai piedi sono consigliate calze di cotone spugnoso e prive di cuciture.
Per quanto riguarda l’abbigliamento invernale tutto dipende dalle temperatura alle quali ci si allena.
Le gambe andrebbero protette con una calzamaglia che per temperature attorno lo 0° possono essere di grammatura media (tipo dry N o termacore o termo lyte o simili) per temperature inferiori è consigliabile invece una calzamaglia “felpata” internamente.
Il busto invece necessità di una maggiore attenzione per prevenire quelle che sono le problematiche da raffreddamento.
Una maglia aderente da intimo ( a mezza manica o manica lunga, pari collo o collo alto) sono la cosa da cui partire. Queste permettono di mantenere la pelle asciutta e termicamente protetta. Sopra questa, una maglia a manica lunga o un giubbino più o meno protettivo
L’importante non farsi affascinare dai vecchi runner che corrono anche sotto la neve in maglietta a maniche corte e pantaloncini.
Sarà comunque l’esperienza che vi permetterà di tarare l’abbigliamento in rapporto alle vostre caratteristiche (maggior o minor sudorazione, maggior o minor sensibilità al freddo) e alle condizioni climatiche del momento in cui vi andate ad allenare oltre che in funzione delle vostre specifiche esigenze.

 

Save up to 45%

Marathon Sport

Via S.Anna 18 
55100 Lucca - Italia
Tel/fax: +39 0583 080163 - info@marathonsport.it - P.I. 02072960467